“Il miracolo chiamato Partito Comunista Cinese” – di Muhammad Shahbaz Sharif, per il 95° anniversario del PCC

Ripreso dal sito  www.lacinarossa.net

9 agosto 2016

Di Muhammad Shahbaz Sharif, Primo ministro del Punjab

 

La nuova Cina è una potenza fondamentale del pianeta. Nel corso dei decenni il PCC ha dato alla Cina una forte identità, un risoluto senso di determinazione e una forte coscienza di sé, e ha trasformato il gigante assopito di un tempo in una potenza globale, economica, militare e strategica.

 

Il partito Comunista e la leadership cinese sapevano perfettamente che una volta che il miracolo economico fosse stato compiuto sarebbe seguito il rispetto e il riconoscimento a livello mondiale. La Cina del 21° secolo non è solamente una super potenza economica ma una vera e propria economia multi-dimensionale che ha saputo investire nelle proprie risorse umane. Salute, educazione e sostegno delle zone rurali sono la spina dorsale della nuova politica cinese. Non bisogna meravigliarsi se oggi la Cina sta raggiungendo la luna, Marte e oltre ancora.

 

Il PCC si discosta dall’opinione comune e dalle logiche degli abiti politici. Il ritmo vertiginoso in cui è cambiata la Cina sfida la logica, è accaduto solamente in pochi decenni ed è potuto accadere solo perché dietro la strategia vi era un corpo solido e robusto quale è il Partito Comunista Cinese.

 

Oggi la Cina è una impressionante potenza militare. E’ una potenza in terra, nei cieli e nei mari. La sua scienza spaziale è invidiata per l’alto livello raggiunto. Ciò non sarebbe potuto accadere se il PCC non avesse dimostrato saggezza negli ultimi decenni. Se valutiamo con attenzione vi è un metodo in questo “gioco”, c’è dietro una vera e propria scienza. È un esempio di saggezza collettiva utilizzata per il bene dell’individuo.

 

La Cina oggi è guidata dall’efficiente leader Sua Eccellenza Presidente Xi, un figlio leale del paese e del partito Comunista. La sua lungimirante “Una cintura e Una Via” non è altro che un fatto storico – epico – oggi audace e futuristico.

 

Proprio come un’antica Via ha aperto la Cina antica al mondo, il Presidente Xi capisce che la nuova Cina emergente ha bisogno di incontrare il mondo attraverso moderne rotte che diventino corridoi di scambi e libera circolazione; ciò consentirà uno scambio di talento e conoscenze tra i paesi facenti parte del progetto “Una cintura e Una Via” – come una collana di perle- che farà del mondo un luogo prospero e pacifico.

 

Il Pakistan e il CPEC [Corridoio economico Cina-Pakistan] sono all’avanguardia del progetto “Una Cintura e Una Via”. La Cina comprende che per il raggiungimento della prosperità il Pakistan ha bisogno di energia, strade e porti ed è esattamente ciò che sta facendo: lo dimostrano splendidamente i 46 miliardi di dollari del CPEC. Il progetto diverrà operativo dal prossimo anno e sarà un modello che il mondo potrà valutare. Ancora un miracolo il cui merito deve andare al PCC e al suo lungimirante leader, il Presidente Xi.

 

L’amicizia saggiata nel tempo con la Cina la definiamo “più alta dell’Himalaya, più profonda dei più profondi oceani, più dolce del miele più dolce”. Questo legame di amicizia si sviluppa quasi in parallelo con la crescita del Partito Comunista di Cina. Io lo chiamo uno sviluppo condiviso. Il Pakistan e la Cina sono rimasti stretti alleati nel bene e nel male ed è il PCC che ha permesso longevità all’alleanza e una continuità a livello istituzionale.

 

Al Partito Comunista di Cina deve essere riconosciuto il merito del “miracolo economico” dell’uscita dalla condizione di povertà estrema per circa 700 milioni di persone nell’arco di 25 anni. Trasformando la propria enorme popolazione in dividendo demografico, il partito ha fornito un esempio degno di essere emulato da parte degli altri paesi; ha cambiato la percezione di crescita della popolazione dall’essere un peso a elemento altamente produttivo.

 

In un mondo che ha di fronte a sé molteplici sfide, lacerato da lotte, la pacifica ascesa della Cina è una fonte di fermezza e razionalità. La saggezza, una storia di genio intellettuale di migliaia di anni è ciò che la Cina ha donato al mondo. La Cina ha portato un indispensabile equilibrio e un senso di moderazione all’ordine mondiale, inoltre, è un fondamentale sostenitore della creazione di un mondo multipolare sotto l’auspicio delle Nazioni Unite.

 

Oggi, desidero inoltre augurare al Partito Comunista Cinese il migliore dei suoi anniversari. Possano essercene altri milioni e possa l’amicizia Cina-Pakistan crescere ancor di più per i milioni di anni a venire.

 

 

 

Muhammad Shahbaz Sharif

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: