Piaccia o no: il Dragone scavalca l’America. Il sorpasso cinese sugli Stati Uniti

A partire dal 22 gennaio è disponibile il nuovo libro intitolato “Piaccia o no: il Dragone scavalca l’America.

Il sorpasso cinese sugli Stati Uniti” di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli;

Il volume in oggetto contiene anche la prefazione del compagno Bruno Casati, intitolata “In cammino: Yi Dai Yi Lu”,   e la postfazione del compagno Fosco Giannini, intitolata “Rivoluzione, Tienanmen, “ One Belt One Road” : Il lungo percorso cinese verso la trasformazione socialista”.

Il libro è pubblicato dalla casa editrice Aurora, costa euro 10,00 e può essere richiesto telefonando  al n. 02/29405405, dalle ore 16,00 alle ore 19,00 :  e-mail centroconcettomarchesi@gmail.com.

Il testo può essere scaricato gratuitamente dal sito www.robertosidoli.net.

Di seguito pubblichiamo la prefazione del nuovo libro:

Buona lettura

 

Daniele Burgio

Massimo Leoni

Roberto Sidoli

 

“Piaccia o no: il Dragone scavalca l’America

Il sorpasso cinese sugli Stati Uniti

Di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

 

Estratto dal libro:

Persino la statunitense Central Intelligence Agency, non sospettabile sicuramente di simpatie per la Cina, ha ormai ammesso che il prodotto interno lordo cinese ha superato quello statunitense a partire dal 2015, usando (a modo suo, certo, ossia in modo parziale) il criterio della parità del potere d’acquisto: tale dato di fatto esplosivo emerge con chiarezza dalle interessanti pubblicazioni annuali della CIA, ossia il CIA World Factbook del 2015 e del 2016, con le loro informazioni che riguardano il confronto tra l’economia cinese e quella statunitense, non utilizzando il prodotto interno lordo nominale e puramente monetario ma invece uno strumento analitico più raffinato e soprattutto corrispondente alla realtà contemporanea.

Il criterio della parità del potere d’acquisto (PPA) è stato introdotto dopo il 1945 dagli economisti sotto l’egida delle organizzazioni internazionali, al fine di calcolare e confrontare il prodotto interno lordo delle diverse formazioni statali, tenendo conto della differenza esistente tra il potere d’acquisto reale nelle diverse nazioni e astraendo invece dalle eventuali fluttuazioni nel tasso di cambio.

Quindi il prodotto interno lordo di un paese, attraverso l’utilizzo del PPA, viene di regola convertito in dollari internazionali tenendo conto della diversità nei poteri d’acquisto nazionali, differenziandosi a volte – come nel caso cinese e indiano – in modo molto sensibile dal prodotto interno nominale invece espresso da determinati paesi.

Ora, se si prende in esame il World Factbook della CIA per il 2016, alla voce “country comparison-GDP (purchasing power parity)” emerge con chiarezza come la centrale di spionaggio di Langley abbia calcolato, utilizzando a modo suo il criterio della parità del potere d’acquisto, che:

–              la Cina nel 2016 risultava indiscutibilmente prima in tale graduatoria mondiale, con un prodotto interno lordo (non nominale, ma acquisito mediante l’uso del PPA) equivalente a 21.290 miliardi di dollari;

–              sempre nel 2016 gli Stati Uniti esprimevano invece un prodotto interno lordo (PPA) pari a 18.570 miliardi di dollari.

Prodotto interno lordo della Cina nel 2016 uguale a 21.290 miliardi di dollari, impiegando il metodo PPA usato dalla CIA.

Prodotto interno lordo degli Stati Uniti nel 2016 uguale a 18.570 miliardi di dollari, sempre con il metodo PPA utilizzato dalla CIA.

 

 

COPERTINA LIBRO CINA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: